giovedì 14 gennaio 2010

Sfondi Game 03


34 Sfondi / JPG / 1600x1200 - 1920x1080 / 16 Mb
.
SCARICA dal mio sito ( formato zip)
.

lunedì 11 gennaio 2010

Nuovo sistema operativo di Google: Chromium

Quasi ci siamo! Entro fine anno entrerà nel mondo informatico il nuovo sistema operativo realizzato da Google.
La grande novità sta nel fatto che Chromium sarà un sistema operativo on-line. Partendo dal presupposto che sia proprio il browser lo strumento più usato dagli utenti, Google ha pensato di far partire il suo sistema prorprio con Gmail. Ci sono poi le varie schede apribili come calendario, Firefox, etc. Cliccando invece sull'icona di Crhome os, si può accedere a tutte le applicazioni disponibili, che sono sostanzialmente quelle già utilizzate da Google, come per esempio Google Docs. Tutto però avviene online.

Sfondi Natura 06 - Alta definizione


40 Sfondi / JPG / alta definizione / 80 Mb
.
SCARICA dal mio sito ( formato zip)
.

venerdì 8 gennaio 2010

giovedì 7 gennaio 2010

OEStoreCleanupThread: msimn.exe - Application Error

Altro insolito problema con il pc di un cliente....oggi è stato il turno di outlook express.
Dopo uno o due minuti dall'apertura di outlook express, compare un messaggio di errore da parte di OEStoreCleanupThread: msimn.exe - Application Error con le solite scritte tipo: THe Instruction at "0x02altrinumeri" referenced memory at "0x0altrinumeri". The required data was not placed into memory bcause of an I/O error status of "0xc00blablabla". Premere ok per chiudere l'applicativo o annulla per continuare il debug.....ovviamente premere l'uno o l'altro è la stessa cosa: la posta si chiude.
Dopo aver provato a ricostruire l'account e l'archivio di posta, il problema non si risolve.
Cerco su google e in italia non si trova nulla!!!Mentre su un forum americano trovo la soluzione:
.
Strumenti --> Opzioni --> Manutenzione --> e togliere la spunta sulla voce "comprimi messaggi in background" --> Ok.
.
Nel caso dovesse comparire l'errore fatidico, ignoratelo e proseguite fino a togliere la spunta.
Alla prossima, ciao Lollo

lunedì 4 gennaio 2010